CHI SIAMO

Dalla droga, alle dipendenze al disagio giovanile

STORIA

Image module

Il libro di Szasz del 1977 indica la presa di coscienza, da parte della Società intera, della gravità del “fenomeno droga”, che negli anni 70 divenne una realtà pesante e drammatica. Partendo da questa consapevolezza, le due più importanti Associazioni Internazionali di Servizio – Lions e Rotary – decisero di unirsi per iniziare una lotta contro la diffusione di questo gravissimo pericolo che, quotidianamente, arrivava a colpire un numero sempre crescente di giovani.
Nacque così AIDD – Associazione Italiana contro la Diffusione della Droga – che iniziò ad entrare nelle Scuole, coinvolgendo Insegnanti e Genitori, e affrontando con i bambini delle Primarie e i ragazzi delle Secondarie di 1° e 2° grado, il problema droga, sensibilizzando sul pericolo da questa rappresentato, sui danni fisici e psichici, spesso irreversibili, da essa derivanti e sulla conseguente perdita della capacità di costruirsi un futuro.
Psicologhe, Pedagogiste, Farmacologi e Volontari iniziarono a lavorare incessantemente, rispondendo, anche telefonicamente, a richieste di aiuto da parte di Genitori disperati. Con il passare degli anni e con i cambiamenti verificatisi in ambito sociale, la Droga non risultò più essere l’unica “dipendenza” dalla quale i giovani venivano catturati e, così, AIDD iniziò ad occuparsi anche di Tabagismo, di Alcol, di Ludopatia, di dipendenza da Internet e da tutti quei nuovi pericoli nati e sviluppatisi con il progresso tecnologico.
La consapevolezza che all’origine di ogni dipendenza esiste una fragilità e che le fragilità nascono da un disagio profondo, ha portato ora AIDD a decidere di ampliare nuovamente il suo raggio di azione, estendendo i propri interventi al “disagio giovanile” nelle sue molteplici sfaccettature, con particolare attenzione a quei comportamenti, che da esso derivano e che rappresentano sempre di più un grave fenomeno sociale: bullismo, cyberbullismo, abbandono scolastico, violenze volte contro se stessi e contro altri.

“C’è probabilmente una cosa, e una soltanto, su cui concordano tutti i capi di stato moderni; una cosa su cui concordano i cattolici, i protestanti, gli ebrei, i maomettani e gli atei; una cosa su cui concordano i democratici, i repubblicani, i socialisti, i comunisti, i liberali e i conservatori (...), le autorità mediche e scientifiche e su cui concordano i punti di vista espressi attraverso sondaggi di opinione e risultati di votazione della grande maggioranza delle persone di ogni paese civilizzato. Questa cosa è il “fatto scientifico” che certe sostanze, che alla gente piace ingerire o iniettarsi, sono “pericolose” e che l’uso di tali sostanze costituisce “abuso di droga” o “assuefazione alla droga”, una malattia, questa, che le forze unite della professione medica e dello stato hanno il dovere di controllare e sradicare”.
Thomas S. Szasz, Il mito della droga
Psichiatra

Associazione italiana ODV

DIRETTIVO

Image
Pasquale Cammino
Presidente AIDD

dalla fondazione a oggi

PRESIDENTI

2020-2022
Pasquale Cammino
Lions
2018-2019
Franco Crippa
Rotary
2018
Marco Schiavini
Rotary
2016-2017
Cesare Pedroni
Lions
2014-2015
Nazzareno Pettinari
Rotary
2012-2013
Walter Migliore
Lions
2010-2011
Nazzareno Pettinari
Rotary
2008-2009
Efisio Galanti
Lions
2006-2007
Giovanni Cevenini
Rotary
2004-2005
Anna Coccia Visco
Lions
2002-2003
Alberto Brunetti
Rotary
2002-2001
Maurizio Pellegrini de Vera
Lions
1998-1999
Carlo Sarasso
Rotary
1996-1997
Antonio Vallese
Lions
1994-1995
Luciano Deriù Campus
Rotary
1990-1993
Vincenzo Sessa
Lions
1986-1989
Luciano Deriù Campus
Rotary
1984-1985
Gianfranco Isalberti
Rotary
1982-1983
Giovanni Rigone
Lions
1980-1981
Gildo Rota Baldini
Rotary
1979
Carlo Martinenghi
Lions
1977-1978
Gianfranco Isalberti
Rotary

AIDD - Associazione italiana ODV

ESPERTI